imagealt

Problemi di riscaldamento in alcune classi


Come noto, nei giorni scorsi è stato necessario interrompere le lezioni di alcune classi del Liceo, le cui aule presentavano temperature incompatibili con lo svolgimento della normale attività didattica.

Appena rilevato il malfunzionamento, la Città Metropolitana di Venezia e la ditta appaltatrice della manutenzione presso la stessa sono stati immediatamente allertati dalla Direzione, e la ditta è intervenuta sollecitamente.

A quanto al momento risulta, non dovremmo trovarci di fronte a problemi di gravità dell'ordine di quelli manifestatisi lo scorso anno, che hanno obbligato a interventi d'emergenza in alcune parti dell'edificio. I disagi, più circoscritti rispetto a quelli di allora, parrebbero legati a bolle d'aria nelle condutture, forse conseguenti ai lavori in corso per la realizzazione della nuova scala: nonostante la Direzione si fosse raccomandata che l'impianto venisse svuotato e ri-riempito prima dell'arrivo dei freddi, come è effettivamente stato fatto, ancora si rileva aria residua in alcuni meandri dell'impianto. A parte questo, i tecnici intervenuti non segnalano problemi. Si auspica quindi che, provvedendo sistematicamente allo sfiato dell'impianto, i tecnici riportino quanto prima la situazione alla normalità.

Si ricorda, una volta di più, che la gestione degli impianti di riscaldamento è di competenza esclusiva della Città Metropolitana di Venezia. La Direzione può solo, se verifica che mancano le condizioni di agibilità di alcune aule e non ha a disposizione altri ambienti in cui spostare le classi, interrompere l'erogazione del servizio. 

In ogni caso, tale decisione viene presa, accertata l'impercorribilità di altre ipotesi, dal Rettore o da suo delegato: gli studenti sono invitati a non prendere iniziative autonome, rischiando di incorrere in assenze ingiustificate.

Ultima modifica il 22-11-2018